La F.I.Me.G., Federazione Italiana di Medicina Geriatrica, è una società fondata dal Prof. Vincenzo Marigliano

La Geriatria, come tutte le discipline “oliste”, affonda le sue radici in diversi terreni: dalla biologia, alla statistica, all’economia, alla farmacologia, alla psicologia, al nursing, alle scienze sociali.

Ma la vera essenza della Geriatria è rappresentata dalla Clinica: se è vero che il trattamento dell’anziano “malato”, come la prevenzione delle condizioni di fragilità e disabilità, devono tener conto di tutti gli aspetti citati, è ancor più vero che, la sintesi operativa e culturale della valutazione multidimensionale geriatrica non può che essere prerogativa di un Clinico.

La Federazione Italiana di Medicina Geriatrica si propone di riproporre l’attenzione sul ruolo del Geriatria Clinico – nelle sue diverse articolazioni: universitario, ospedaliero e territoriale – come elemento centrale e caratterizzante della nostra disciplina: quello cui spetta, cioè, il coordinamento e l’integrazione tra le diverse altre realtà che concorrono a formare l’intervento assistenziale geriatrico.

Solo un Clinico, infatti, può dare garanzie alla reale applicazione del “metodo geriatrico”, cioè il continuum assistenziale tra divisione per acuti, strutture di riabilitazione precoce, rete dei servizi e geriatria territoriale. Il tutto per evitare che il geriatra sia identificato con la figura territoriale o con interventi esclusivamente (o prevalentemente) socio-assistenziali.
Il geriatra è prima di tutto, un medico
.

La F.I.Me.G. ha lo scopo di favorire l’aggiornamento clinico di tutti i geriatri e di difendere la dignità e le prerogative della figura del geriatra nelle varie sedi istituzionali.

Come Federazione tra diverse figure professionali, si propone di essere presente in tutte le sedi ove si discute e si prendono decisioni riguardanti la geriatria e chiunque in una struttura geriatrica lavori.